Il mare e la fantasia nel cuore di Milano

– di Mimmo Carratelli

Lo showroom di Fashionissue è un laboratorio di idee mosso dalla fervida passione di Rita Favetti nata per sorprendere. Come si crea e si lancia un prodotto.
La marineria veneziana e il polo argentino per le linee di un abbigliamento chic e sportivo.
Moda, food, beauty, arte, design, viaggi e turismo nell’ampio ventaglio delle iniziative per clienti di tutto il mondo.
Un negozio a Capri e un set matrimoniale a Castel dell’Ovo.

Ti farò sentire il mare a Milano, mi aveva detto. Irresistibile e convincente come sempre, l’orecchino al lobo sinistro, il berretto unico ed elegante, la giubba di marinaio di tutti i mari del mondo, i jeans a zampa d’elefante come negli anni migliori. Ero col Corto Maltese, figlio della gitana Nina e del marinaio della Cornovaglia. “Ti farò sentire il mare a Milano”. Le ragazze lo guardavano incantate, alto e magro, scattante, gli occhi profondi e il bel viso profumato di salsedine. Il Corto Maltese. Il più marinaio di tutti i marinai che mi prometteva il mare a Milano. Lasciammo i Giardini prendendo per via Moscova, girammo per via Turati e arrivammo in via Montebello. “Ecco. Il mare è là. Ci puoi trovare Venezia” disse il Corto e se ne andò. Aveva un appuntamento in Manciuria. Lo showroom di Fashionissue è il mare a Milano in via Montebello 14. E’ un posto di onde blu di simpatia, al terzo piano di un bell’edificio, è l’approdo in un porto suggestivo, puoi intravedere spiagge bianche, antichi velieri, marinai, cinque luminosi locali belle epoque, atmosfera delicata, colori romantici.
E’ il mondo di Fashionissue che Rita Favetti, un vulcano di idee, apre alla meraviglia del visitatore. “Lei sa della valigia di Venezia per l’oriente?” chiede, e ammicca con i suoi occhi d’avventura.

“Mi stupisca.”
“Venga con me alla fine dell’Ottocento.”
“Andiamo.”
“Nel 1894 nasce la Società veneziana di navigazione a vapore.”
“È un avvenimento molto romantico.”
“La Società ottiene dallo Stato un milione di lire e inaugura la linea Venezia-Bombay. Il piroscafo ‘Caboto’ punta sull’estremo oriente. Poi con i piroscafi ‘Manin’ e ‘Treves’ l’audacia si spinge oltre, nel golfo del Bengala a Madras, sull’isola di Ceylon a Colombo, sino a Calcutta.”
“Oh, Calcutta.”
“Sulla rotta per le Indie sventola la bandiera veneziana e i piroscafi della Serenissima diventano otto. Noi oggi viaggiamo su quelle rotte.”
“In che senso, scusi?”
“Abbiamo studiato le foto di quell’epoca e i capi indossati dai marinai. Ne abbiamo tratto l’idea per una collezione di moda. Così è nata la Veneziana di Navigazione, giubbotti, pantaloni, camicie, felpe, maglieria di taglio sportivo, realizzati con materie prima di alta qualità, jersey, canapa, seta, cotone, lane idrorepellenti, e con dettagli di gusto, il moschettone ripreso delle giubbe dei marinai veneziani e i bottoni d’argento invecchiato. Vasta la gamma dei colori: rosa, azzurro polvere, blu navy, corda, bianco latte e moka. Tutto realizzato in Italia.”

“E’ una magnifica idea. Ci si veste con i capi della Veneziana di Navigazione, uomini e donne, e si possono sognare i grandi viaggi per mare e avere uno stile suggestivo ispirato all’avventura come lo stile del mio amico Corto Maltese.” “Si fa una bella figura. Guardi le foto.”
Improvvisamente, la meraviglia è un’altra, ed è doppia. Un lupo di mare e un calciatore. Lo scenario è il mare d’inverno, il rischio e l’avventura in un suggestivo filmato, e il “lupo” è Leonardo, il calciatore brasiliano giramondo che giocò nel Milan alla fine degli anni Novanta, ragazzo di una simpatia unica con la musica nel cuore. “E’ uno spot per i capi dell’Armada Nueva” dice Rita Favetti.
Fashionissue è un laboratorio di idee. Vince la creatività, esplode la fantasia, straripano i colori. E’ il laboratorio che attira le aziende di tutto il mondo. Ed è uno straordinario ufficio dove il cliente è assistito in tutto e per tutto offrendo servizi commerciali, di marketing, di consulenza aziendale, analisi di mercato, design e lancio dei punti vendita, assistenza fiscale, tributaria e contabile.

Le dieci persone che lavorano allo showroom di Fashionissue, con cuori antichi e teste moderne, secondo una bella definizione di Rita Favetti, le donne velocissime e precise, rendono gradevole l’ospitalità.
“Moda, food, beauty, arte, design, viaggi e turismo. Il nostro campo di intervento è vasto – dice Rita Favetti. – Lavoriamo divertendoci e amiamo le sfide. Ci guida la tecnologia integrata ai sistemi tradizionali. Creiamo emozioni. Il nostro obiettivo è trasformare il lavoro in un pensiero speciale.” Al terzo piano di via Montebello 14 il lavoro ferve senza sosta, ma ha la leggerezza del garbo, la disinvoltura e l’ironia di una impresa piccola ma forte, concreta, snella e affacciata sul mondo. Una impresa internazionale nel cuore di Milano.
“Lei ama l’Argentina?” chiede Rita Favetti che propone sempre un interrogativo intrigante, suscitando curiosità e catturando l’interesse dell’interlocutore, diavolo di una donna in continua effervescenza. “Certamente, milady. Il tango, Borges, el morocho Carlos Gardel, il bandoneon, il pibe de oro, il quar tiere Palermo a Buenos Aires, la Boca, le muchachas, la guapa Daniela Stucan, miss Argentina. Anche Evita. Amiamo molto l’Argentina.”

“Abbiamo portato un po’ di Argentina a Capri” aggiunge Rita Favetti, la voce un po’ roca, sexy, a causa di una allergia.
“Sorprendente.”
“In via Le Botteghe 12. E’ un piccolo locale, una bomboniera, ‘nu babà come dite voi a Napoli. L’abbiamo realizzato per un altro nostro cliente, La Martina, un brand casual che si ispira al polo argentino, quel gioco coi cavalli molto seguito laggiù. E’ una linea sportiva e chic della Cuero. Borse e scarpe di qualità altissima e fattura artigianale con pellami e canvas cuciti a mano e dettagli old shoemaker.”
“Milady, lei è un mare d’inverno che batte con onde azzurre e schiuma bianca sulla costa della nostra curiosità” le diciamo mentre s’avvicina un cagnetto jack russel di nobile pedigree.
“E’ il mio tesoro. Un cagnetto così delizioso a bordo aumenta l’allegria e la simpatia.”
“Non c’è dubbio.”
“Il nostro lavoro è ampio e molteplice dice Rita Favetti. – Organizziamo eventi, presentazioni e sfilate, produciamo cataloghi. I matrimoni di classe sono una nostra specialità. A Napoli puntiamo su Castel dell’Ovo, un set impareggiabile.” Questo vulcano di donna, a capo di una ciurma appassionata, viene dalla moda, sette anni a Monaco di Baviera per un gruppo dell’haute couture e, poi, il lavoro fatto per Malo e Acqua di Parma, John Richmond, Cruciani.

“Il sesto senso non mente – dice Rita, nata per sorprendere. – Oggi tutto è moda, dal design all’etichetta di un vino, da un’automobile a una bottiglia d’acqua. Fashionissue ha la capacità di occuparsi di molte cose, in tutte le lingue. Sono troppo vanitosa?” “Lei è uno splendido mare mosso da un suggestivo maestrale di sogni, da un libeccio di idee che non cede mai a uno scirocco che stracca. La vanità non c’entra. Lei stessa dice che la comunicazione è la capacità di trasmettere una visione. Noi, qui, abbiamo molte visioni. E’ come essere stati invitati a uno spettacolo.”
“Le dico ancora una cosa: non c’è grandezza senza l’appassionato desiderio di essere grandi.”
E’ questa la filosofia dello showroom Fashionissue. Valeva la pena arrivare fin qua. Una sbirciatina
a Marina Guarino, guagliona napulitana della ciurma di Rita Favetta alle prese con le pubbliche relazioni.
Qui c’è proprio tutto per muovere il mondo, l’energia e la grazia, le idee, la passione. C’è un vento fresco di slanci, un’aria trasparente di idee, una brezza di simpatia, un clima accogliente come in un angolo dei tropici. Fashionissue, il mare e non solo il mare. La creatività per ogni prodotto, iniziativa, evento è qui. Rita Favetti issa le vele e va nel mondo a diffondere il suo stile che farebbe bella anche una cosa brutta.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *