Navigare necesse est. Su internet

– di Mimmo Carratelli

Tutti i 28 numeri de “l’isola” sono visibili sul computer grazie al lavoro
Della caprionline, magica azienda del software.
Basta digitare “www.lisolaweb.com”. L’aggiornamento numero per numero.
Lettori planetari per la nostra impresa di fantasia, sogni, mare, isole e coste.
Il messaggio degli inserzionisti pubblicitari viene ora diffuso su scala mondiale.
L’emozione dei lettori cartacei. L’impegno per un giornale sempre più appassionate e di grande qualità.

“L’Isola” si muove. Si solleva dalle onde azzurre e dalle schiume bianche dei suoi luoghi magici e, mongolfiera di mare e sentimenti, si libra nel cielo dei satelliti, vola sulle rotte spaziali, a 140 chilometri dalla Terra, e diventa onda elettromagnetica, bip, magìa pulsante, alla velocità della luce. Va, rimbalza e torna su Internet, accompagnata dalla fantasia di Jules Verne e sostenuta dal propellente dei collaboratori, viaggiatori marini ed esploratori di cuori.
Insomma, “L’Isola” è sbarcata sul computer, si è materializzata su Internet (www.lisolaweb.com), appare sugli schermi dei vostri pc. Abbiamo conquistato lo spazio.
Collegatevi e diverremo amici. Il prodigio è stato possibile grazie al talento tecnologico della Caprionline, suggestivo covo caprese di elaboratori, antenne, memorie rom e ram, interfacce, programmi, sensori e software, l’armamentario dei nuovi stregoni della comunicazione, silenziosi e precisissimi.
Negli studi della Caprionline di via Le Botteghe domina la figura del “capitano” Gianni Chervatin, uomo di alberghi e navigazione, principale motore dell’azienda con la seduzione olandese di Christina Rookmaaker, lunghi capelli castani ramati, project manager. La truppa è di prima scelta: Nello Iaccarino, autodidatta creativo, project manager;
Fabio Federico, cresciuto nella suggestione artistica del padre Salvatore,
pittore, e balzato dalle pedane del jazz, bassista di qualità, al ruolo di graphic designer; Alessandro Astarita, l’uomo dei linguaggi, programmatore, inventore del programma esclusivo “Salsa” per la Caprionline; Vincenzo Benincasa, cood designer; Romano Acampora, detto “spaghettino”, magro e capelli lunghi; Umberto D’Aniello, fotografo, passato dalle tastiere al clic d’autore.
Questo formidabile gruppo ha assorbito “L’Isola” e ha trasformato la carta della sua sostanza terrena in invisibile carta spaziale proiettandola sui computer di tutto il mondo, titoli, caratteri, foto e firme.
Una conquista obbligata in questi tempi di Google e Virgilio, i messaggeri dell’iperspazio, postini elettronici, angeli custodi del “punto it” e del “punto com”, pronti al richiamo del “www”, sensibili impiegati dei collegamenti portale a portale. “L’Isola” su Internet non diffonde soltanto il nostro lavoro di fantasia marinara da Napoli a New York, in Sudafrica, in Giappone, Canada, Brasile, Argentina e in ogni posto, il più lontano e sperduto, nella Città Celeste e sulle rive del Gange, dovunque palpiti un software e si accenda uno schermo, ma amplia l’orizzonte di curiosità e interesse per gli inserzionisti prestigiosi che sorreggono la nostra impresa. I loro marchi escono dalle edicole e dalle librerie per presentarsi attraenti e scintillanti in ogni casa del mondo con la silhouette delle immagini e un richiamo pubblicitario planetario. Nella bella grafica elettronica della Caprionline, “L’Isola” ha acquistato una forma nuova sullo schermo luminoso proponendo i contenuti del mensile numero per numero. E’ possibile visualizzare e leggere tutti i 28 numeri sinora usciti, dal primo che vide la luce nell’aprile del 2003, il varo di un sogno sostenuto da collaboratori sempre più numerosi e appassionati col contributo concreto di sponsor pubblicitari di grande livello.
L’aggiornamento sarà costante, numero per numero. Internettizzati come i grandi “media” del mondo, l’impegno sarà la ricerca di una sempre migliore qualità per la conquista di nuovi amici sull’intero pianeta, mentre la notizia del nostro sbarco sui computer emozionerà i lettori fedelissimi che ci hanno seguito sinora palpando la carta elegante del mensile, fissando gli occhi sulle immagini, scorrendo i testi, quasi accarezzando con mano il giornale, compagni romantici della nostra avventura. Anch’essi, ora, approderanno alla magìa del visore universale, il computer, dove troveranno “L’Isola” in tutte le sue pagine e le sue fantasie di mare. Ora veramente stiamo navigando. Su Internet. E navigare necesse est, oggi più che mai.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *